Logo Regione Marche
Marcheinsalute: Il portale della Sanità nelle Marche
Marcheinsalute: Il portale della Sanità nelle Marche
Link al sito Dimi
Voi siete qui:
##CANALE_AZIENDA##
##CANALE_ASL##
##CANALE_PIANIFICAZIONE##
##CANALE_COMUNICAZIONE##
##CANALE_ATTI_AMMINISTRATIVI##
##CANALE_PORTALE##
Progetto Screening Benessere Donna: si scrive screening si legge prevenzione tumori
screening

Il tumore al seno e quello al collo dell’utero sono, in tutto il mondo occidentale, le patologie oncologiche femminili più diffuse. Il numero dei casi è in costante aumento. Nel nostro Paese circa 11.000 donne ogni anno muoiono di cancro al seno mentre un migliaio muore di cancro al collo dell’utero. Ma nonostante questi dati allarmanti, grazie ad adeguate politiche di prevenzione, nazionali ed europee, si muore di meno. Da qualche anno in Italia, il Ministero della Salute promuove programmi di screening, cioè programmi di controllo, mirati a diagnosticare precocemente il tumore della mammella e della cervice uterina. Tali programmi, che stanno avendo un ottimo riscontro e si stanno estendendo in tutto il territorio nazionale, sono organizzati dalle autorità sanitarie locali che invitano la popolazione femminile ad effettuare controlli periodici. Da studi europei è emerso che partecipare allo screening organizzato su invito attivo, secondo quanto indicato dalle linee guida internazionali (45-69 anni con mammografia biennale e 25-65 anni con PAP test triennale), riduce del 35% la probabilità di morire per cancro della mammella e del 20-60% quella di morire per cancro della cervice uterina. 

 

mammografia

A San Benedetto del Tronto, l’Asur Zona Territoriale n. 12 sono anni che mostra grande sensibilità nei confronti delle patologie oncologiche dell’universo femminile attraverso il Progetto Screening Benessere Donna. Avviato nel 2001 con la collaborazione dei medici di famiglia,  ha registrato, da parte della popolazione femminile locale, una costante risposta nel corso degli anni ed ha permesso di individuare precocemente un centinaio di casi di tumore mammario e una decina di casi di tumore uterino.  

Il Progetto Screening Benessere Donna, la cui responsabile è la dottoressa Anna G. Mandolini, invita le donne che rientrano nell’età a rischio, a presentarsi in una data stabilita per effettuare i vari esami che sono gratuiti e per i quali non occorre impegnativa medica. Per lo screening della mammella devono presentarsi presso l’Unità Operativa di Radiologia, diretta dal dottor Leopoldo Acciarri (sita nel il Presidio Ospedaliero di San Benedetto del Tronto), per sottoporsi ad una mammografia da effettuarsi ogni due anni. Per lo screening del collo dell’utero, la cui responsabile è la dottoressa  Marisa Gagliardi, devono recarsi nei consultori di via Manzoni o negli ambulatori di Centobuchi, Montefiore, Ripatransone, Grottammare e Porto d’Ascoli, per sottoporsi al PAP test da ripetersi ogni tre anni.

La riuscita del Progetto è avvenuta anche per merito della collaborazione dei medici di famiglia che hanno svolto una valida azione di sostegno e comunicazione verso le proprie assistite alle quali hanno saputo trasmettere quanto preziosa sia questa opportunità di salvaguardia della propria salute.


Progetto screening Benessere Donna, esami effettuati dal 2001 al 2006:


MAMMOGRAFIA
2001: 2495
2002: 2690
2003: 1772
2004: 2849
2005: 3085
2006: 2942
Tot:  15833

Approfondimenti: 968 (6.11%)
Positivi K mammario: 109 (0,69%)
 


CITOLOGIA
2001: 5012
2002: 3475
2003: 2368
2004: 3365
2005: 2723
2006: 3035
Tot:  19978

Approfondimenti: 130 (0,65%)
Positivi ca uterino:  10 (0,05%)




PROGETTO SCREENING BENESSERE DONNA/INFORMAZIONI

Il progetto è finalizzato a prevenire i tumori della mammella, tramite MAMMOGRAFIA, e del collo dell'utero attraverso il PAP-TEST.
Per maggiori informazioni si può telefonare dal lunedì al venerdì, dalle ore 10,00 alle ore 13,00 alla Segreteria Organizzativa del Progetto Screening – Benessere Donna di San Benedetto del Tronto al numero telefonico 0735 793571. Risponderà la sig.ra Maria Rosa Taraborrelli.

 

IL SECONDO CONTROLLO NON DEVE SPAVENTARE

Le donne sono sempre molto spaventate dalla seconda chiamata del progetto. In qualche caso si rende necessaria per effettuare un ulteriore approfondimento ma non deve essere interpretata come indice infausto. Su 968 approfondimenti mammografici effettuati, soltanto 109 sono risultati positivi per carcinoma mammario e su 130 approfondimenti citologici soltanto 10 hanno individuato un carcinoma uterino.

Quello dell’assistenza alle donne convocate, sin dalla prima chiamata, è un compito molto delicato e importante che Maria Rosa Taraborrelli, l’operatrice preposta della segreteria, svolge con professionalità e delicatezza. La sig.ra Maria Rosa cura il rapporto con le donne convocate, a partire dalla possibile modifica dell’orario indicato sulla lettera per effettuare l’esame, che è completamente gratuito e non richiede alcuna impegnativa, sino all’eventuale rilascio di giustificazione peril lavoro.

Il secondo controllo dopo il PAP-TEST prevede l'esecuzione di una colposcopia da effettuare presso l'U.O. di Ostetricia e Ginecologia.
L'appuntamento per la colposcopia viene fissato direttamente dalla Segreteria Organizzativa e comunicato alla paziente tramite lettera. La prestazione è gratuita ma, la paziente, deve comunque munirsi di una impegnativa compilata da suo medico curante.
Per informazioni chiamare il numero telefonico 0735 793571.
(dati forniti dalla Segreteria Organizzativa del Progetto Screening – Benessere Donna)

 

Nicoletta Amadio 
ASUR-ZT12
Via Manara 7
63039 San Benedetto del Tronto
Ufficio Stampa e Comunicazione
Redazione www.asurzona12.marche.it  
tel. e fax: +39 0735 793574
cell: +39 320 4265167, +39 339 5958622
e-mail: pietro.lucadei@sanita.marche.it  

Versione stampabile