Logo Regione Marche
Marcheinsalute: Il portale della Sanità nelle Marche
Marcheinsalute: Il portale della Sanità nelle Marche
Link al sito Dimi
Voi siete qui:
##CANALE_AZIENDA##
##CANALE_ASL##
##CANALE_PIANIFICAZIONE##
##CANALE_COMUNICAZIONE##
##CANALE_ATTI_AMMINISTRATIVI##
##CANALE_PORTALE##
E... state con noi
checaldochefa
IL PROGETTO HELIOS DIVENTERA’ PERMANENTE”.
Intanto il call center per l’emergenza afa cambia numero: 800450020

27/06/2008 15:38:19 - Il progetto Helios, grazie ai risultati ottenuti si avvia a trasformarsi da stagionale a permanente. “L’obiettivo di questo piano di intervento – spiega l’assessore alla sanità Almerino Mezzolani – è quello di promuovere la permanenza degli anziani soli a casa loro attraverso la strutturazione di una rete di sostegno inserita nella rete distrettuale territoriale, integrata con i servizi sociali e il terzo settore, con caratteri di continuità e di organicità. Per questo motivo stiamo valutando concretamente la possibilità di non limitarlo all’emergenza estiva legata all caldo, ma di mantenerlo attivo durante l’intero arco dell’anno”.

Il costo totale dell’iniziativa per il 2008 ammonta a 70mila euro. Il finanziamento è stato approvato questa mattina dalla giunta regionale.  Intanto continuano ad arrivare dai presidi e dalle aziende ospedaliere i nominativi dei pazienti fragili in dimissioni per poter attivare il percorso delle dimissioni protette. “Con la cooperazione di tutti gli attori del sistema – dice Mezzolani – sarà possibile formulare una prima mappa dei soggetti fragili ai quali rivolgere gli interventi in modo appropriato. Anche i Comuni che nelle loro anagrafi sono in grado di avere informazioni sulle condizioni di solitudine dei cittadini dovranno assicurare la loro collaborazione”. I criteri proposti per la mappatura sono questi:

-          anziani e soggetti fragili già utenti dei servizi territoriali (assistenza domiciliare, Adi, centri diurni, ecc);

-          anziani dagli 85 anni in su che vivono soli;

-          ultrasettantacinquenni in condizione di rischio sociale e sanitario;

-          coppie di anziani di cui uno gravemente malato;

-          anziani e persone a rischio segnalate da medici di famiglia, volontari e familiari;

-          soggetti anziani fragili in dimissione da un ricovero ospedaliero recente segnalati dai presidi ospedalieri e per i quali è necessario attivare una dimissione protetta.

Come già spiegato nei giorni scorsi, il progetto Helios prevede, che gli anziani marchigiani considerati a rischio (l’anno scorso sono stati 280 e altrettanti se ne prevedono per quest’anno)  e inseriti in un apposito elenco, vengano contattati quotidianamente dagli esperti operatori del call-center per monitorare le loro condizioni. In caso di necessità gli operatori hanno mandato di mettersi in contatto con le famiglie o i servizi competenti per attivare eventuali interventi.

Gli anziani che invece hanno bisogno di consigli e o interventi per problemi legati al caldo possono rivolgersi all’ 800450020 (Il numero a causa di disguidi tecnici è cambiato rispetto a quello reso noto lunedì scorso). Tutti i giorni dalle 9 alle 19 operatori appositamente formati, rispondono ai quesiti degli utenti e forniscono informazioni su:
- come difendersi dai rischi dell’afa;

-          stili di vita sani da adottare durante i periodi di massima calura (alimentazione, idratazione);
- indirizzi e numeri utili dei servizi socio-sanitari attivati sul territorio. (c.p.)



EMERGENZA AFA: TORNA IL PROGETTO HELIOS – Dal 26 giugno attivo il call center per anziani e Mezzolani allerta zone territoriali e presidi sanitari
24/06/2008 19:11:09 - Torna il grande caldo e torna anche “Helios”. Su iniziativa dell’assessore alla Salute Almerino Mezzolani anche per l’estate 2008 , nell’ambito dell’ormai collaudato progetto Helios arrivato alla quinta edizione, dal prossimo 26 giugno sarà attivo il call center (numero verde 800450020) di pronto intervento per gli anziani marchigiani in difficoltà per via dell’afa. Tutti i giorni dalle 9 alle 19 operatori appositamente formati, risponderanno ai quesiti degli utenti e forniranno informazioni su:
- come difendersi dai rischi del caldo
- stili di vita sani da adottare durante i periodi di massima calura (alimentazione, idratazione,…)
- indirizzi e numeri utili dei servizi socio-sanitari attivati sul territorio.

Inoltre, il progetto Helios prevede che su segnalazione degli ambiti sociali e dei distretti sanitari, gli anziani marchigiani considerati a rischio (l’anno scorso sono stati 280 e altrettanti se ne prevedono per quest’anno) vengano contattati quotidianamente dagli esperti operatori del call-center per monitorare le loro condizioni. In caso di necessità gli operatori hanno mandato di mettersi in contatto con le famiglie o i servizi competenti per attivare eventuali interventi.
Nel frattempo, per far fronte all’improvviso innalzamento delle temperature di questi giorni, sono già state allertate tutte le zone territoriali e i presidi sanitari della regione.
Il progetto Helios si realizza grazie alla stretta collaborazione con i Comuni che insieme agli ambiti sociali e ai distretti sanitari hanno già attivato una rete di protezione per gli anziani fragili e soli, con le farmacie che si occupano di distribuire il materiale informativo (40mila depliant e locandine) e con il Centro funzionale regionale del Dipartimento politiche integrate di sicurezza e protezione civile. Quest’ultimo infatti ha il compito di trasmettere il bollettino biometeorologico con le previsioni del caldo ed i relativi rischi a tutti i Pronto soccorso della regione, alle centrali operative del 118, ai distretti e agli ambiti. In questo modo con una previsione di 72 ore si possono sapere le temperature previste.
 
Dal Ministero della Salute pubblicati opuscoli informativi multilingue sul caldo
 

Estate sicura 2008: vincere il caldo

Per far fronte al problema delle alte temperature che si registrano in questi giorni in tutta Italia, il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, in collaborazione con il Centro nazionale per la prevenzione ed il controllo delle malattie, ha dato il via ad una capillare campagna informativa rivolta in particolare agli anziani o a coloro che se ne prendono cura, vale a dire ai medici di famiglia ed alle badanti.
Per scongiurare il rischio di colpi di calore, o di altri malesseri collegati al caldo eccessivo, il Ministero consiglia, attraverso la diffusione di un vademecum divulgativo e di opuscoli destinati ai medici, di evitare di uscire di casa nelle ore più calde (dalle 11,00 alle 18,00), di bere almeno due litri d’acqua al giorno (anche quando la persona non ne avverte il bisogno); di mangiare quotidianamente frutta e verdura fresche, di evitare gli sbalzi eccessivi di temperatura o l’esposizione in ambienti condizionati con aria troppo fredda. In questo caso, è infatti sufficiente che il climatizzatore sia regolato su di una temperatura media di 24-26 gradi. Fondamentale è, inoltre, vestirsi in modo leggero evitando di indossare indumenti sintetici.
Il Ministero, invita anche a prestare sempre molta attenzione ai sintomi che vengono manifestati dalle altre persone vicine in particolare dai soggetti più deboli di salute come malati, bambini ed anziani.
In caso di bisogno la prima persona da consultare è il proprio medico di famiglia, o durante la notte, la guardia medica. In casi estremi si deve chiamare prontamente il 118.
Dal 25 giugno è attivo il numero verde 1500 che fornisce ai cittadini informazioni e consigli, dispensati da personale appositamente formato, sulle misure di prevenzione da adottare, su cosa fare in caso si verifichino problemi dovuti al caldo e sui servizi attivati da Regioni e Comuni.

Pubblicati opuscoli informativi sul caldo

Informazioni e consigli utili per proteggersi da eventuali ondate di calore, sono disponibili negli opuscoli divulgativi che Ministero del Lavoro, Salute e Politiche sociali hanno prodotto, in collaborazione con il Ccm, nell'ambito delle iniziative di "Estate sicura: come vincere il caldo".

Per combattere il caldo eccessivo durante l'estate 2008, sono state messe a punto quattro diverse brochure, con indicazioni utili e raccomandazioni, rivolte a cittadini, Mmg , operatori sanitari di istituti di ricovero per anziani e badanti:
*      
opuscolo per la popolazione *      

opuscolo per i Medici di medicina generale *      

opuscolo per responsabili e operatori delle strutture residenziali per anziani
*      

opuscolo per badanti e personale che assiste gli anziani a casa

Inoltre, per venire incontro a eventuali difficoltà linguistiche, l'opuscolo rivolto al personale che assiste gli anziani a domicilio è stato tradotto in 6 lingue.

Scarica la brochure in lingua:
*      

 inglese *      

francese *      

spagnola *      

rumena *      

russa *      

polacca.

Per approfondire consulta la sezione Ccm dedicata ai

progetti su emergenza caldo ed effetti sulla popolazione anziana.

Versione stampabile